servizio di aggiornamento programmi e driver

 

Aggiornamenti automatici e facoltativi.

I programmi sono liste di istruzioni che vengono eseguite dal processore attraverso il controllo del sistema operativo.

Un programma dalla sua nascita alla sua distruzione subisce una attività di modifica per correggere gli errori non previsti e adattarlo all’ambiente software e hardware dove viene eseguito.

Le correzioni degli errori (chiamati fix o patch) sono “pezze” provvisorie in attesa che la casa fornitrice fornisca  nuovi aggiornamenti indicati con versioni numerate (es. 1.0, 1.1, 1.2, 2.0, 2.1 etc). Sino a che il programma ( o la applicazione ) diventa differente al punto che tutte le modifiche prodotte vengono incluse in un pacchetto di servizio (service pack 1, 2, 3). Poi si cambia addirittura il sistema operativo.

Gli aggiornamenti con l’avvento di internet sono diventati scaricabili dai siti e possono essere attivati automaticamente. Se l’idea è buona, presenta molti rischi: software non installabile, errori di allineamento, hardware incompatibile, prerequisiti mancanti, errori nelle funzioni che prima erano corrette, errori nei dati, pesantezza all’avvio del sistema, a volte addirittura blocco totale del PC.

Aggiornamenti manuali.

Tutto sotto controllo ma serve esperienza e molta prudenza. Decidiamo noi quando è opportuno aggiornare o se si tratta di una azienda quando le direttive lo richiedono.

Impatto degli aggiornamenti sui componenti.


1. sistema operativo – I programmi “vecchi” dovrebbero essere eseguiti anche su sistemi “nuovi”. Come si dice la compatibilità all’indietro è garantita.
2. applicazioni di sistema- Le applicazioni come il navigatore internet o media player o posta sono le prime da aggiornare
3. indirizzamento a 64 bit – molta attenzione alle versioni fatte apposta per sistemi a 64 bit che non girano a 32 bit
4. patch o fix - sono aggiornamenti “al volo” che risolvono il problema subito in attesa della soluzione definitiva.

5. versioni - si parte in genere dalla versione 1.0 per procedere alle versioni successive. Generalmente se è uscita una versione successiva, entro sei mesi sarebbe opportuno installarla, ma non è obbligatorio se appesantisce la macchina.

Conclusioni.

Allineare tutto il  software assieme con un attenta analisi di quello che serve; poi fermare tutto sino alla prossima revisione software e tenersi informati dal tecnico di fiducia, ignorando coloro che “hanno letto su internet”.

Attenzione agli aggiornamenti sulla sicurezza che vanno eseguiti con la massima priorità, diversamente da quelli facoltativi.

 

Leave a comment

0 Comments.

Leave a Reply


[ Ctrl + Enter ]