aumentare capacità e performance

Quando all’interno di un computer vengono eseguiti diversi programmi contemporaneamente (multi-tasking) può accadere che le risorse disponibili siano insufficienti per gestire il carico di lavoro.   Molti  studi e ricerche sono stati fatti sulla teoria delle code e sulla distribuzione del carico di lavoro. Alcune soluzioni vengono dalle nuove serie dei processori che hanno funzioni multithread.

In particolare molti processori hanno più unità di calcolo che vengono utilizzate eseguendo le istruzioni dei singoli thread in parallelo.

In fine, per evitare un nuovo acquisto, è opportuno valutare in che modo è possibile potenziare la capacità di elaborazione del pc. Qualora si dovesse invece decidere per il nuovo, sarebbe meglio pensare prima che le risorse del pc diventino insufficienti per le necessità dei successivi anni.

Oggi con processori potentissimi, memorie disco immense che si misurano in Terabyte (x 1000 Gb) i computer sembrano ancora  lenti. Come mai? Anzitutto misuriamo attentamente le caratteristiche del pc che dobbiamo saper leggere (è difficile anche per gli addetti ai lavori) e interpretare, capendo se e dove la macchina è sbilanciata.

Conviene sistemare il software, potenziare l’hardware o comperare un nuovo computer? oppure prendere un Tablet ? o forse usare lo Smartphone.

Noi siamo in grado dopo un test gratuito, di dare risposte precise al cliente in questo senso, proponendo pro/contro l’acquisto del nuovo con caratteristiche simili. La nostra esperienza ci evidenzia che nel 2021,  sono stati sostituiti con nuovi circa il 35% se avevano meno di 4 anni, il 65%   oltre 4 anni.

Vediamo nel concreto il problema.

L’aumento della memoria RAM  porta benefici tangibili se il pc ha 2Gb e lo portiamo a 4Gb. Oltre spesso non è essenziale. Se usiamo programmi pesanti possiamo passare da 4Gb a 8Gb o 16Gb e così via.

Windows 11 oggi si vede girare bene con 8 Gb   oppure 16 Gb, per fortuna che le Ram sono scese di prezzo e che i nuovi pc hanno capienza di slot per gestirle.

Attenzione a virus e spyware che possono rallentare il sistema sino a bloccarlo.  Un controllo accurato del pc è consigliabile almeno una volta l’anno.

A conclusione,  cambiare l’hard disk da tradizionale a rotazione, a stato solido (SSD) conviene perchè é sempre una componente essenziale dell’aumento delle performances. Ma attenzione all’interfaccia SATA III 2,5″, piuttosto che  SATA III M.2, oppure M.2 PCIe NVMe. Le differenze sono enormi.

Leave a comment

0 Comments.

Leave a Reply


[ Ctrl + Enter ]