contratti di manutenzione informatica

I problemi dei computer di dimensioni medio grandi, sono simili a quelli piccoli; anche qui possiamo pensare ad una azione programmata, valutando i punti critici di intervento. Con l’informatica mobile tutto è cambiato ancora una volta.

Le aziende, diversamente dai privati che spesso sono impreparati al crash del loro pc, dovrebbero organizzarsi per tempo, considerando molto probabile un evento negativo sui dati o programmi come normale, quindi organizzandosi prima il danno è limitato. Il nostro servizio di assistenza tende a questo approccio e aiuta a limitare i danni con una buona manutenzione.

  1. Manutenzione preventiva prima che accadano i problemi.
  2. Manutenzione risolutiva dopo che si è manifestato il danno.
  3. Manutenzione evolutiva per espandere e consolidare il computer.

Il primo è un “tagliando di manutenzione PC” e andrebbe fatto almeno ogni due anni, con lo scopo di salvare tutti i dati, ripristinare windows se qualche programma non va più bene, se il disco fisso è diventato lento nell’accesso ai dati o si sono già manifestati errori segnalati nei registri degli eventi. Una misura della velocità di accesso ai dati, alla rete locale, al provider, ecc.

Il secondo è una attività di pronto intervento PC, e la riparazione del computer avviene con l’unico scopo di ripristinare la completa funzionalità del PC. A volte una cattiva protezione del computer ha permesso l’ingresso di virus, trojans, spyware, malware in genere. Vi sono dei virus che danneggiano il pc al punto tale che occorre riformattare il computer con lo scopo di sistemare anche i registri di sistema che spesso vengono infettati.

Il terzo aspetto   vene considerato utile dai privati o piccole società, proprio per mancanza di esperienza informatica. L’evoluzione del software e gli aggiornamenti di internet portano sovente a ripensare alle performance di macchina che non sono più quelle iniziali, ma a poco a poco degradano. Software sempre più potenti hanno bisogno di risorse e sistemi operativi adeguati.

In conclusione:

per evitare interruzioni di lavoro o perdita di dati, conviene fare un contratto che dia copertura 24 ore su 24 o no?. In alternativa esistono modalità di assistenza on site e remote che siano economicamente vantaggiose? Parliamone assieme.

Chiedeteci una bozza di contratto di manutenzione e studieremo  la soluzione più adeguata alle vostre esigenze.

aumentare capacità e performance

Quando all’interno di un computer vengono eseguiti diversi programmi contemporaneamente (multi-tasking) può accadere che le risorse disponibili siano insufficienti per gestire il carico di lavoro.   Molti  studi e ricerche sono stati fatti sulla teoria delle code e sulla distribuzione del carico di lavoro, e i computer tendono a rallentare con il passare del tempo.

Per evitare un nuovo acquisto, è opportuno valutare in che modo è possibile potenziare la capacità di elaborazione del pc. Qualora si dovesse invece decidere per il nuovo, sarebbe meglio pensare prima di acquistare che le risorse del pc dovrebbero essere sufficienti per le necessità dei successivi anni.

Oggi con processori potentissimi, memorie immense con diversi Terabyte (x 1000 Gb) i computer sembrano lenti. Come mai? Anzitutto misuriamo attentamente le caratteristiche del pc che dobbiamo saper leggere (è difficile anche per gli addetti ai lavori) e interpretare, capendo se e dove la macchina è sbilanciata.

Conviene sistemare il software, potenziare l’hardware o comperare un nuovo computer? oppure prendere un Tablet ?

Noi siamo in grado dopo un test gratuito, di dare risposte precise al cliente in questo senso, proponendo pro/contro l’acquisto del nuovo con caratteristiche simili. La nostra esperienza ci evidenzia che nel 2017,  sono stati sostituiti con nuovi circa il 10% se avevano meno di 4 anni, il 30%   oltre 4 anni.

Vediamo nel concreto il problema.

L’aumento della memoria RAM  porta benefici tangibili se il pc ha 1Gb e lo portiamo a 4Gb. Oltre spesso non serve. Se usiamo programmi pesanti possiamo passare da 4Gb a 8Gb o 16Gb e così via.

Windows 10 oggi si vede girare bene con 4 Gb o 8 oppure 16 Gb, per fortuna che le Ram sono scese di prezzo e che i nuovi pc hanno capienza di slot per gestirle.

Attenzione a virus e spyware che possono rallentare il sistema sino a bloccarlo.  Un controllo accurato del pc è consigliabile almeno una volta l’anno.

intervento a domicilio

Assistenza a domicilio  è un servizio fornito entro le 24 ore.

Questa è la modalità più efficace,  perché lavorando nell’ambiente  del cliente,   si possono suggerire le soluzioni più aderenti al sistema analizzato. Spesso molti problemi nascono dalla cattiva connessione a internet adsl, dalla condivisione di file e/o stampanti in rete o dalla mancanza di salvataggi di dati.

Una valutazione telefonica dell’inconveniente permette di verificare la gravità del problema. Ciò facilita la ricerca di una possibile soluzione da adottare subito, evitando il costo di un intervento a domicilio.

Se il software non è stato pasticciato dal solito amico informatico improvvisato, la riparazione è relativamente semplice ed è sufficiente un ripristino dei driver, del router o di windows. In molti casi però un ripristino totale è l’unica soluzione possibile.  In questo caso i tecnici   sono attrezzati per salvare i dati prima di intervenire.

Qualora invece il test completo dell’hardware rilevi problemi è opportuno portare il pc in laboratorio per lavorare con le attrezzature necessarie. Anche in questo caso viene preparato subito un preventivo per decidere assieme al cliente cosa conviene fare.

Fatevi rilasciare sempre un preventivo scritto prima di consegnare il vostro computer, è indice di serietà professionale ed una garanzia per il cliente che attesta lo stato del pc prima del lavoro e un orientamento di costo certo. I difetti vanno elencati tutti subito.

Importante richiedere prima il costo dell’uscita del tecnico, che comprende sia il tempo impiegato a venire da voi sia il rientro in ufficio,  oltre all’onere dei trasporti.


pc infetto e rimozione dei virus

I virus informatici sono piccoli programmi software progettati per diffondersi da un computer all’altro e per interferire con le operazioni informatiche copiando i dati. Un virus può corrompere o cancellare i dati sul tuo computer, utilizzare il programma che utilizzi per l’invio di e-mail per diffondersi su altri computer o perfino cancellare tutto ciò che è presente sul tuo disco rigido. Fonte: sito ufficiale di Microsoft

Con la diffusione delle connessioni veloci e dei dischi esterni usb, sono aumentate le probabilità di essere infettati senza accorgersi. Quando si scoprono falle nella sicurezza dei navigatori (browser) come internet explorer, è già troppo tardi, i virus sono entrati nel nostro pc. Anche nei Mac.

Molti non sanno che gli antivirus gratuiti non sono sicuri al 100% e ignorano che il firewall a volte non è attivo. Il software di sistema è molto delicato e lo scopriamo quando siamo infettati. A questo punto ci si chiede: che fare?

Attenzione che le frasi come “colpa del virus”, “è un virus che rallenta il pc” “l’antivirus appesantisce tutto” sono  spesso senza alcun fondamento, usate per nascondere la mancanza di conoscenze o per formattare a tutti i costi il computer.

Il problema ha sicuramente una soluzione, quindi non preoccupiamoci. I dati possono essere salvati e probabilmente con un’ora di lavoro   si sistema tutto. Diffidate dei centri di assistenza che ingigantiscono il problema per lucrare sul cliente sprovveduto, la formattazione è quasi sempre evitabile per chi sa lavorare con professionalità.

Se siete scettici, portateci il vostro Pc e vi diremo come fare.

PcDotto.it è fornitore ufficiale di KASPERSKY e lo propone in tutte le versioni da molti anni.  Se desiderate lo installiamo gratuitamente con periodo di valutazione di 30 giorni con piena funzionalità.

 

windows 10 migrazione obbligata o consigliata?

La nostra opinione in merito a Windows 10 è basata su molteplici installazioni effettuate sinora sia ex novo o in upgrade. La soddisfazione del cliente per l’ultimo windows 10 non ci pare molto buona.

Dobbiamo ammettere che Microsoft ha avuto una idea geniale: regalare la nuova licenza come aggiornamento per un periodo limitato, sino a fine luglio 2016, in cambio del test del sistema windows10 fatto gratis dai clienti che accettano winsows 10.

Lo scopo del collaudo è di trovare i difetti tramite i malfunzionamenti, per diminuire la probabilità che il software distribuito abbia dei problemi nella normale operatività.

Perchè tanta fretta per passare a windows 10?

– Windows XP SP3 ha terminato aggiornamenti dall’8 Aprile 2014.
– Windows Vista SP2 è supportato  fino all’’11 Aprile 2017.
Windows 7 SP1,  il ciclo di vita finisce il 14 gennaio 2020.
– Windows 8 non è più supportato – 8.1 è coperto fino al 10 gennaio 2023
– Windows 10 terminerà  il 14 ottobre 2025.

Come si vede, tutto dipende dal sistema operativo installato e dal grado di obsolescenza del pc. Nel caso di XP o Vista, probabilmente il computer è troppo vecchio e probabilmente serve un potenziamento di hardware che potrebbe avere poche risorse e troppo lente per ottenere vantaggi in rapporto alla spesa.

Se windows7 funziona bene e si stima che l’hardware possa continuare a funzionare ancora per qualche anno, la migrazione è un rischio che probabilmente non conviene. Se siamo obbligati a formattare per malfunzionamenti gravi, allora potrebbe convenire passare a windows 10.

Nel caso di windows 8.1 la macchina è abbastanza recente, se ci troviamo bene il vantaggio è tutto da dimostrare, qualora il pc arrivi in ordine sino al 2023.  Se abbiamo ancora windows8 la scelta di passare a windows10 invece è obbligata.

In generale qualora il sistema è rallentato per problemi di software degradato o hard disk da riorganizzare, la scelta di windows 10 è conveniente, a condizione di aver scaricato il sistema operativo come aggiornamento per avere disponibilità della product key legata al pc. Diversamente la licenza diventa un costo aggiuntivo da sommare al lavoro per la migrazione al nuovo sistema.

Quindi molta attenzione prima di passare a windows10 e in ogni caso il salvataggio di tutto il sistema windows e applicazioni è obbligatorio per non avere sorprese dopo.

Può essere utile verificare se il vostro pc è considerato compatibile per fare upgrade a windows 10 e controllare se il vostro computer possiede le performances hardware sufficienti.

E domani nel 2019 sarà Microsoft Windows Solaris oppure Windows 11 ? staremo a vedere.


 





acquisto di computer o tablet

Come valutare il prezzo di un pc o tablet?

1. Marca

I marchi nuovi per affermarsi nel mercato scendono spesso di prezzo in maniera aggressiva. Se sia un affare l’acquisto lo si valuta dopo un paio di anni, supposto che il risparmio del 10 – 20% circa ne valga la pena.

2. Grandezza dello schermo

I net-book sono stati in parte sostituiti da tablet o ipad; i notebook più comuni hanno un prezzo medio di circa 500 euro al negozio. Scegliendo schermi grandi 17 ” in su la differenza potrebbe essere di circa 200 euro ed oltre. Schermi in media da 14 ” sono lo standard di mercato mentre per schermi più piccoli per computer ultraleggeri il prezzo torna a salire molto.

3. Memoria RAM

Oramai nella media 4 Gb di RAM sono uno standard medio, ma oggi si 8 Gb o 16Gb si sono già diffusi anche nel settore consumer. I costi delle memorie RAM oscillano verso il basso .  Attenzione però alla qualità della memoria, se un PC costa poco a volte le RAM presentano minore affidabilità.

4. Disco fisso

Hard disk standard da 500 Gb sono distribuiti equamente sui nuovi pc; chiaro che per tenere il prezzo basso anche l’hardisk può essere ridotto di capacità, appoggiando i dati su un disco esterno non ci sono problemi. Venite a discutere con noi le altre importanti caratteristiche che dovrebbe avere un hard disk di qualità o provate a chiedere al vostro esperto di fiducia.

Particolare interesse sono dischi a stato solido (SSD)  che sono ultraveloci, leggeri, se cadono non si rompono. Il costo è ancora elevato per capacità superiori a 250 Gb. Meglio sarebbe avere un disco SSD solo per il sistema operativo e un disco per il resto dei dati.

5. Scheda video

Sulle schede video sono stati scritti libri interi, ma i veri conoscitori del rapporto costi/benefici sono pochi. Ricordiamoci che se la scheda video è estraibile un domani la manutenzione è facilitata. Diversamente si butta via tutto (chi cambia la scheda madre con i costi del nuovo in ribasso?). Attenzione alla grande quantità di calore che spesso “cuoce” il componente.

6. Processore

I nuovi notebook che montano la nuova serie di processori ad alta potenza e basso consumo, permettono una maggiore autonomia alla batteria e sono da preferire anche se costano maggiormente. Attenzione che maggiore è la velocità della CPU, maggiore è l’energia necessaria per produrre il lavoro richiesto, quindo maggiore calore prodotto.

Pensate prima alle vecchie applicazioni che potrebbero non “girare” più perché costruite in un sistema operativo diverso, o dispositivi e stampanti che diventano incompatibili. Nel caso PcDotto ha sempre una soluzione anche per questo. Venite a trovarci.

7. Sistema operativo

Per gli appassionati di Linux, nessun suggerimento. Per gli altri windows7 a noi pare un buon sistema. Windows 8.1 forse è un sistema di transizione per gestire il “touch screen”. Qualche problema di compatibilità, spesso gestibile con un attimo di pazienza. A volte ci viene chiesto di installare XP o Windows7 sulle macchine MAC  oppure una macchina virtuale XP su Windows7 . Noi siamo in grado di farlo se volete.

Windows 10 è  è sicuramente più affidabile rispetto all’inizio e quindi consigliato. Attenzione ai driver delle stampanti, a volte non funzionano più. Molti sistemi installati gratuitamente come aggiornamento hanno ancora qualche serio problema.

8. Peso

Vi sono alcune differenze sensibili di peso che vanno rilevate prima dell’acquisto e non dovrebbero sfuggire ad un acquirente attento. Oggi si può  scegliere molto bene su alcune marche. Media 2,4 Kg.

9. Durata batterie

Quella dichiarata in rapporto al numero di celle, corrente/ora, va valutata assieme al processore ad alta efficienza. Qui è meglio farsi consigliare da un esperto. Poi serve una modalità di ricarica opportuna a mantenere la batteria efficiente nel tempo. Le batterie non sono tutte uguali, consigliamo minimo una potenza nominale di 4.400 mAh ma sarebbe meglio andare oltre se il pc è destinato a viaggiare spesso. Ottimo il programma predisposto da Microsoft ed anche HP per analizzare lo stato della batteria.

 

10. Costo delle riparazioni

Meglio pensarci prima: se il tablet pagato poco si rompe cadendo a terra, la riparazione potrebbe non convenire. Il notebook o desktop si ripara quasi sempre.

Conclusioni

Nei computer il low cost non è consigliabile e occorre farsi consigliare bene, sempre che il venditore non decida di rinunciare al margine che giustifica un prezzo ragionevole. Altrimenti qualche sospetto nasce, visto che la somma dei componenti hardware e software da un prezzo sotto il quale non conviene scendere.

riparazione e ricambi pc desktop notebook e netbook

La riparazione del pc con sostituzione di parti, non presenta particolari problemi nei computer da tavolo (desktop o a torre).

Cambiare un alimentatore, aggiungere  RAM o una scheda video è una operazione semplice, veloce e poco costosa.

Per i portatili tutto diventa più complicato;  spesso per accedere ai componenti occorre disassemblare quasi tutto, prendere nota del codice part.no.  e riassemblare tutto il pc.  Si tratta di almeno una ora o due di lavoro circa, necessarie per poter fare un preventivo esatto con la data di consegna realistica.

1. Tante marche, moltissimi modelli, molteplici versioni

Non appena si ricerca la parte da sostituire si scopre che le marche  in linea sono moltissime,  con molte serie e ciascuna ricca di modelli. Infine ci sono anche le versioni differenti per ogni modello. Ciò rende impossibile tenere un magazzino parti in stock ma è indispensabile approvvigionarsi ai fornitori ufficiali online oppure sul mercato libero con rischio di truffe.

Spesso l’ordine internet è giusto, ma il tempo di consegna è un optional o addirittura si ricevono parti errate. Fare attenzione che a causa dei problemi dei corrieri italiani, alcuni fornitori non consegnano più ricambi in Italy.

Tutto ciò fa lievitare il tempo impiegato e quindi il costo della riparazione. I tempi possono allungarsi anche oltre il mese.

2. Costo del pezzo, spedizione, e manodopera

Il costo della riparazione andrà paragonato al costo del pc nuovo per poter decidere se conviene. Alcuni schermi LCD vengono riparati a centinaia di euro e potrebbe valere la pena se l’acquisto iniziale del pc era superiore a 600 o 800 euro. Per la manodopera un’ora di lavoro tra assemblaggio, test, collaudo e gestione ordine è il minimo. Di conseguenza alcuni costi “fissi” restano tali anche per le piccole riparazioni che non potranno mai scendere al di sotto di una cinquantina di euro.

3. Collaudo e compatibilità

Questo è un aspetto importantissimo che qualifica la professionalità di una assistenza pc.  I problemi purtroppo emergono solo dopo aver eseguito tutto “a regola d’arte”. Per questo noi proviamo assieme al cliente il pc acceso e funzionante, prima di consegnarlo.

4. Mercato dell’usato garantito

In alcune parti l’usato può essere un affare. A volte il pc usato ha parti ancora nuove, perchè non usare quelle?  spesso conviene così.

5. Molteplici cause di un problema

Attenzione alla diagnosi, spesso la causa  si riflette  su molteplici problemi e la manutenzione pc è una attività a rischio, meglio informarsi bene prima di procedere alle riparazioni. Per esempio se lo spinotto di alimentazione fa un cattivo contatto e la batteria interrompe la carica, il cliente pensa che sia solo il jack da cambiare ma se non lo facciamo, non possiamo sapere lo stato della batteria perché non è alimentata correttamente. Se il cliente non riesce a capirlo è un disastro, meglio non procedere alla riparazione.

sicurezza e antivirus prima che sia troppo tardi

La sicurezza di un computer è un sistema di applicazioni che interagendo controllano qualunque esecuzione di codice malevolo. Con l’utilizzo di internet/adsl,  i computer sono diventati molto vulnerabili e i virus si sono diffusi ovunque, con allegati di posta, con la navigazione di pagine web, con le chat e messenger, con gli scaricatori peer to peer, le chiavette usb e CD/DVD eccetera.

Le conseguenze sono una grande mole di posta indesiderata, frodi continue di falsi antivirus che sono a loro volta virus mascherati per imporre l’uso della carta di credito per pagare un finto abbonamento. L’antivirus è diventata una tassa obbligatoria per essere protetti e a volte non basta.

Microsoft già da windows/xp versione 2, ha costruito un sistema firewall, che controlla l’accesso dei programmi e chiude le porte internet. Questo è il primo requisito indispensabile ma non sufficiente.  Le applicazioni antivirus si sono diffuse dovunque, in concorrenza tra loro,  con un tasso di efficacia contro i virus che a volte raggiunge  il 90%; ciò vuol dire che un virus su 10 potrebbe prendere il controllo del pc.

L’applicazione Internet Explorer per navigare in rete è stata la più diffusa,  e  la versione recente ha risolto molte falle sulla sicurezza. Oggi tuttavia in tanti utilizzano Mozilla Firefox, il software concorrente gratuito oramai  favorito, mentre Google-chrome è entrato  nel business prima dei tablet ora anche pc.

In base alla nostra esperienza su un migliaio di pc negli ultimi 3 anni, tutti hanno mantenuto la macchina in ordine seguendo le nostre regole chiare e semplici.  Attenzione però ai componenti aggiuntivi che spesso sono un problema

Ora con la nuova versione del browser Ms-Edge in Windows 10, le cose vanno decisamente meglio e Internet Explorer dopo tanti anni può essere riposto in soffitta.

Forse qualche problema in più per google-chrome che a volte non convince affatto, anzi per sistemarlo hanno rilasciato un software di reset e cleaning perchè  tende a bloccarsi.

 

errori del pc – che fare

La ricerca e interpretazione degli errori è l’attività fondamentale di un centro assistenza informatica. Sarà opportuno illustrare al cliente quale tipologia di errore si tratta, seguendo una scala di valutazioni a gravità crescente, applicandoli all’hardware o al software. Una precisa e completa diagnosi abbina la categoria di errore al componente in avaria, e permette la stesura di un preventivo affidabile e preciso.

La soluzione proposta deve essere quella risolutiva  altrimenti meglio lasciare perdere, si lavora inutilmente scontentando il cliente quando il problema si ripresenta. Gli errori maggiormente frequenti sono quelli a “schermo blu”, oltre il 20% delle riparazioni, con windows 10 sono però diminuiti. A seguire a “schermo nero” al 30% e blocchi vari del mouse o tastiera al 10% e in altri casi non si accende più nulla. Gli aggiornamenti sono molto pericolosi e spesso bloccano il pc

Noi siamo in grado di salvare i dati, in qualunque circostanza e passare test anche se il video è nero, con applicazioni apposite stand-alone o linux. Generalmente quando si presenta  l’avaria, i dati sono ancora da salvare, l’utente è stato colto alla sprovvista senza backup, ma non è un problema,  i dati si salvano quasi sempre su un  disco esterno dove vengono parcheggiati per una settimana prima di venire distrutti.

Importante invece capire la causa dell’errore, riparando hardware o software rimettendo al loro posto i componenti. Spesso nascono problemi di compatibilità tra versioni di software o componenti hardware che pur essendo giusti, hanno avuto un numero di revisioni che fanno la differenza. Ecco che accade che il pc funziona per un intervallo di tempo limitato, poi diventa instabile e si riavvia o rimane spento.

Consiglio, al primo avviso di errore, prendete nota del codice e avvisate subito  il tecnico di fiducia prima che sia tardi.

assistenza pc remoto e programma di connessione

Per collegarti con la nostra assistenza devi scaricare ed eseguire il programma di connessione

La connessione internet deve essere attiva e viene fornita una user / password  usa e getta.

1. Fissa un appuntamento telefonico per la sessione remota concordando le modalità di pagamento

2. Attiva la sessione all’ora concordata

3. Segui le istruzioni del tecnico richiamando se cade la linea

4. Costo contenuto. Al termine viene inviata fattura via mail e pagamento con carta di credito paypal.

La sessione remota è una valida alternativa al tecnico a casa   se gli interventi sono urgentissimi e di durata breve.

Il computer potrà essere avviato con i sistemi operativi Windows. In remoto non gestiamo sistemi MAC o UNIX.

E’ possibile il trasferimento di programmi e file in FTP anche senza intervento dell’operatore. » Read more…